enasc
 
   Palermo: "Qui niente reddito di cittadinanza"

Le elezioni generano sempre e da sempre grande scompiglio e aspettative. Dopo aver dato la propria fiducia, gli elettori però diventano fiscali ed intransigenti rispetto alle promesse dei candidati, ma la fiscalità stavolta ha avuto tempi record. A poco meno di una settimana infatti diverse persone hanno già, per così dire, presentato il conto ai loro eletti rivolgendosi ai Patronati per riscuotere il reddito di cittadinanza, uno dei punti focali del programma elettorale del Movimento 5 stelle.

Il patronato riceve soprattutto persone residenti nel centro storico, che hanno difficoltà economiche e famiglie numerose. Nelle scorse ore, come segnalato anche da Huffington Post e Repubblica, davanti alla sede siciliana è stato esposto un cartello: 

"In questo Caf non si fanno pratiche per il reddito di cittadinanza. Dopo il caso di Bari, dove decine di persone si sono presentate agli sportelli dei patronati per chiedere la stessa cosa, adesso anche Palermo viene travolto dall'"l'effetto vittoria dei 5 Stelle". "Ha vinto il Movimento 5 stelle  - hanno detto le persone che si sono presentate nelle scorse ore al patronato di piazza Marina - vogliamo i moduli per il reddito di cittadinanza". 

"Hanno vinto i 5 Stelle. Adesso dateci i moduli per fare domanda per ottenere il reddito di cittadinanza». È la richiesta che alcuni Caf giovinazzesi si sono sentiti rivolgere lunedì mattina, a distanza di poche ore dalla chiusura delle urne. Una richiesta che ha colto di sorpresa gli operatori dei patronati. Sulle prime è sembrata una boutade, ma quando le richieste hanno cominciato a moltiplicarsi e a farsi insistenti, tutto è diventato amara realtà. «Non esistono moduli per tali richieste", le ovvie risposte degli operatori dei Caf.